logo guide

 

Visita all’eruzione in corso alla base Nord orientale del Cratere di Sud Est (11/01/2023)

 

Molti di voi stanno chiedendo se è possibile raggiungere il punto in cui fuoriesce la colata attiva ormai dal 27 novembre 2022.

Tale eruzione è in progressivo esaurimento (aggiornamenti in corso)

La zona in cui sta proseguendo il fenomeno vulcanico non presenta grosse problematiche a livello tecnico per essere raggiunta, specie se si tratta del periodo estivo.

I problemi principali sono :

  1. La conoscenza del territorio, e delle zone che si intende attraversare. (Essendo una delle aree tra le più impervie, nell’alta Valle del Bove, non è facile da intercettare e se si sbaglia linea, si può finire dentro la Valle con facilità, ciò complicherebbe di molto il rientro).
  2. Considerare lo stato di rischio vulcanico nella data scelta per l’escursione.
  3. Verifica delle vie di fuga sicure e veloci in caso di cambio dell’attività vulcanica.
  4. Essere camminatori esperti ed avere l’abitudine a coprire distanze superiori a 20 km in alta quota, per più di 5 ore di cammino.
  5. Attività adatta a escursionisti abituati ad eseguire ascese superiori a 800 metri di dislivello positivo.
  6. Garantire fiducia alla guida che deciderà di condurvi in una zona a rischio, che ha la necessità di fidarsi ed essere sicuro delle capacità fisiche della persona condotta.
  7. In caso di via di fuga assente o difficilmente percorribile le guide non si prendono la responsabilità di condurre in prossimità dell’area attiva.
  8. In caso di livelli di rischio vulcanico elevati (alto rischio di eruzione esplosiva imminente o in corso), le guide non si prendono la responsabilità di condurre in prossimità dell’area attiva.

In inverno ❄️ invece bisogna tener conto anche :

  1. Dell’utilizzo obbligatorio dei ramponi per progredire sui pendii ghiacciati.
  2. Avere esperienza nell’utilizzo di ramponi e ciaspole.
  3. Prestare attenzione ai crepacci di scioglimento, prodotti dalla neve o dal ghiaccio a contatto con le calde colate sottostanti in raffreddamento.

 

Dati del percorso

 

DESCRIZIONE

Le partenze sono previste principalmente dal versante sud. Dove si può usufruire del trasporto della Funivia da quota 1900 metri a quota 2500 metri. Da quota 2500 metri a quota 3000 sono circa 7 km in salita per 550 metri di dislivello positivo. Il percorso prevede il superamento delle colate recenti prodotte dal Cratere di Sud Est e il passaggio in traverso sopra la Valle del Bove, solitamente ricoperto dal ghiaccio (dipende dalle temperature) per gli ultimi 200 metri di dislivello. Dopo la visita alla frattura eruttiva e alle colate prodotte, il rientro è previsto per circa 7 km a piedi fino alla funivia a quota 2500 metri, utile per il rientro definitivo al punto di partenza (parcheggio delle auto a quota 1900 mt).

  • Chilometri da percorre 14 ca (andata e ritorno)
  • La durata dell’escursione con salita e discesa in funivia è di circa 5/6 ore circa.

Nel caso in cui durante la discesa da quota 3000 non si arrivasse in tempo a prendere la funivia, per il ritorno al punto di partenza, oppure si decidesse di non prenderla, i chilometri in discesa saranno circa 17 da quota 3000 metri a quota 1900 metri.

  • La durata dell’escursione con salita in funivia e discesa a piedi fino al parcheggio delle auto è di circa 7/8 ore circa.

Nota bene : La Funivia è attiva dalle ore 8:30 alle ore 15:45.

Cosa è incluso ed escluso dal costo…

Incluso nel prezzo del servizio di Guida Vulcanologica o Alpina privata :

  • Servizio di Guida
  • Casco di protezione
  • Bastoncini
  • Giacche in più
  • Ramponcini antiscivolo (non ramponi)
  • Ascolto radio in caso di emergenza

 

​Esclusi dal prezzo:

  • 30 € a persona da pagare in loco, per il trasporto: Biglietti Funivia (andata e ritorno) da 1900mt a 2500mt
  • 35€ a persona per affitto attrezzatura da sci alpinismo
  • Affitto ciaspole – racchette da neve (12€ a persona)
  • Acqua in bottiglia
  • Prelievo e rientro in hotel
  • Spuntini
  • K-way (giacca impermeabile)
  • Biglietto per parcheggio

ULTERIORE ASPETTO DA PRENDERE IN CONSIDERAZIONE

Una cosa importante che bisogna sapere prima di intraprendere questa ascesa è che l’area interessata dall’eruzione risulta essere chiusa dalla Prefettura al pubblico, per ragioni di sicurezza già dal 14 febbraio 2014, In seguito all’improvviso crollo verificatosi sul fianco del cratere di Sud Est la mattina dell’11 febbraio ed al persistere dell’instabilità dei versanti, durante una fase eruttiva in corso con emissione di lava dal fianco nord orientale del cono.

Bisogna quindi prendersi una grossa responsabilità per accompagnare qualcuno li. 

Le guide, si sono recate in questi giorni nei pressi della frattura eruttiva, per effettuare dei campionamenti per l’INGV di Catania o per accompagnare un gruppo di 4/6 persone massimo, sotto forma di servizio di Guida Vulcanologica privata (Tutto questo per garantire un servizio ottimale e diminuire l’esposizione ai rischi associati all’ambiente vulcanico), quindi ad un costo elevato, proprio per la grossa presa di responsabilità di cui deve farsi carico la guida, se succedesse qualcosa si rischiano conseguenze irreversibili. 

Per tale ragione si preferisce prestare estrema attenzione o meglio evitare. 

Se la lava si espande ed esce da quell’area sarebbe tutto più semplice, vediamo quello che succede e ci possiamo organizzare senza problemi. 

Ricorda pure che se si decidesse di effettuare l’escursione in un periodo invernale con la frattura prossimale ai 3000 metri è quindi necessario avere i ramponi con se, necessari per il passaggio sulle placche di ghiaccio , ed avere l’esperienza di progressioni in montagna (su varie tipologie di terreno) per lunghi tratti con tali condizioni.

  • Suggeriamo quindi un’alternativa più economica e meno esposta a rischi che consente comunque di vedere le colate di lava optando per questa escursione.

SE DESIDERATE RICEVERE UN PREVENTIVO PER L’ESCURSIONE ALLA FRATTURA ERUTTIVA POTETE SCRIVERCI AL NOSTRO NUMERO ANCHE SU WHATSAPP : +39 3455741330

Informazioni utili

  • Per il blocco della Guida ad uso “esclusivo” è previsto il pagamento anticipato del 50% della somma totale vedi articolo.
  • Abbigliamento consigliato : A strati, maglietta termica, pile/piumino, giacca a vento, pantaloni da alpinismo invernali, guanti e cappello.
  • Attrezzatura obbligatoria : scarpe da trekking.
  • 35€ per affitto attrezzatura da sci alpinismo.
  • 15€ per affitto ciaspole e bastoncini da trekking.
  • Consigliamo di recarvi presso i punti di partenza delle nostre escursioni, muniti di gomme termiche o catene ⛓ a bordo (in caso di necessità), che sono obbligatorie nei mesi invernali per salire sul vulcano.
  • In caso di condizioni meteo avverse sarà nostra cura avvertirvi al fine di comunicare l’annullamento o il rinvio della vostra escursione, alla prima data utile possibile.

 

Avvertenze 

  • Il trekking è sconsigliato a chi non effettua attività fisica abitualmente.
  • Il trekking è sconsigliato a chi non effettua escursioni in montagna abitualmente.
  • L’escursione richiede una buona preparazione a livello fisico,trattandosi di un tracciato che si sviluppa in alta quota sarà facile accusare sintomi di affaticamento.
  • E’ richiesta attenzione trattandosi di suolo vulcanico, spesso incoerente e instabile.
  • L’escursione potrà subire variazioni a discrezione delle Guide o essere interrotta qualora dovessero cambiare le condizioni ambientali, atmosferiche o vulcaniche, tali da compromettere la sicurezza dell’intero gruppo.
  • La durata totale del trekking sarà in funzione dell’andatura.
  • L’escursione si effettuerà entro i limiti previsti dalle ordinanze in vigore.
  • Adatto anche ai bambini, con età superiore ai 8 anni.
  • Il tracciato prevede la salita e il passaggio lungo gli orli craterici, ciò potrebbe arrecare problemi di vertigini ai soggetti sensibili.
  • Questo itinerario, in relazione alla tipologia e all’altitudine, è adatto a persone in stato di buona salute fisica, che non soffrano di particolari patologie (fortemente sconsigliato a chi soffre di problemi cardio vascolari, respiratori o di ipertensione).
  • Sconsigliamo l’utilizzo di lenti a contatto per via dei gas esalati dal vulcano e alla cenere che se sospinta, potrebbe facilmente arrecare problemi.
  • Alle gestanti che hanno superato il terzo mese di gravidanza, non è consentita nessun tipo di attività escursionistica.
  • Per consentire la buona riuscita dell’escursione e il corretto svolgimento dell’attività, è buona norma conoscere perfettamente le proprie condizioni di salute e farle eventualmente presenti alla Guida, tutto ciò per diminuire l’insorgere di eventuali problemi ed evitare di correre rischi.

 

©Guide Vulcanologiche Etna Nord

Facebook/Instagram: Guide Vulcanologiche Etna Nord
Email: info@guidevulcanologicheetna.it

Denominazione/Ragione sociale : Cooperativa Guide Vulcanologiche Etna Nord Soc.Coop.

PEC : guidevulcanologicheetna@pec.it

Codice Destinatario : T04ZHR3 (il secondo carattere è uno zero)

P.IVA/CF: IT05583690879

Sede in : Via Viola 1 – Linguaglossa (CT) CAP : 95015

Email : info.guidevulcanologicheetna@gmail.com

Tel : + 39 3455741330

© Guide Vulcanologiche Etna Nord – Legge 22 aprile 1941, n. 633
Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio.

Il nostro gruppo è composto da Guide appartenenti al Collegio Regionale delle Guide Alpine e Vulcanologiche della Sicilia, la normativa italiana prevede che tali figure professionali siano le uniche abilitate a condurre gruppi nei vulcani attivi ed in tutto il territorio dell’isola (Legge quadro del 2 gennaio 1989 n° 6 e Legge regionale del 6 aprile 1996).

error: Content is protected !!

Pin It on Pinterest

Share This