logo guide

PERCORSO ESTREMAMENTE DIDATTICO ADATTO ALLE FAMIGLIE E AI VIAGGI D’ISTRUZIONE

Descrizione

L’escursione ai Monti Sartorius (eruzione del 29 gennaio 1865) é tra le più gettonate per la semplicità del percorso e la possibilità di attraversare la frattura eruttiva in 2 km (andata e ritorno) di trekking. L’ingresso del sentiero è di facile individuazione, esso si trova a meno di un chilometro sulla strada che conduce al Rifugio Citelli,  ed è segnalato, sulla destra, da un cartello con su scritto : “ Comune di Sant’Alfio Monti Sartorius s.l.m. 1667m” e da una sbarra di colore verde.

  • Il tracciato si sviluppa all’interno di un boschetto di pini e betulle, specie endemica etnea, prima di raggiungere un pianoro costituito da piccole piante (anch’esse endemiche) colate e prodotti piroclastici (bombe, scorie e ceneri) fino alla base dei crateri. Alla fine della salita sarà possibile ammirare, le formazioni vulcaniche, i così detti : coni piroclastici distribuiti a “bottoniera (crateri disposti lungo un asse)” , il panorama costituito dall’enorme flusso lavico, la pineta di Linguaglossa, la costiera Ionica con la Calabria e lo Stretto di Messina. Alle nostre spalle invece i protagonisti saranno l’enorme cono avventizio di monte Frumento delle Concazze e il versante settentrionale dell’Etna.

Informazioni utili

  • Escursione con Guida Vulcanologica abilitata 
  • La quota prevede una copertura assicurativa in caso di incidenti (l’assicurazione non copre coloro che risultano non adeguatamente attrezzati con attrezzatura da escursionismo / trekking)
  • L’escursione è prevista con un minimo di 6 partecipanti ed un massimo di 35 pax
  • L’escursione ha una durata di 3 ore
  • Quota minima : 1660 mt 
  • Quota massima : 1709 mt
  • DISLIVELLO TOTALE: 49 MT
  • Scarpe da trekking (obbligatorie)
  • Vestiti a strati consigliati (es: maglietta + felpa o maglione + giacca a vento o piumino)
  • Zaino consigliato
  • 1 lt. di acqua a persona
  • Bastoncini da trekking consigliati*
  • Alle gestanti che hanno superato il terzo mese di gravidanza, non è consentita nessun tipo di attività escursionistica.
  • Per consentire la buona riuscita dell’escursione e il corretto svolgimento dell’attività, è buona norma conoscere perfettamente le proprie condizioni di salute e farle eventualmente presenti alla Guida, tutto ciò per diminuire l’insorgere di eventuali problemi ed evitare di correre rischi.
  • L’escursione potrà subire variazioni a discrezione delle Guide o essere interrotta qualora dovessero cambiare le condizioni ambientali, atmosferiche o vulcaniche, tali da compromettere la sicurezza dell’intero gruppo.
  • La durata totale del trekking sarà in funzione dell’andatura.
  • L’escursione si effettuerà entro i limiti previsti dalle ordinanze in vigore.
  • Adatto anche ai bambini, con età superiore ai 5 anni.
  • Il tracciato prevede la salita e il passaggio lungo gli orli craterici, ciò potrebbe arrecare problemi di vertigini ai soggetti sensibili.

 

Bomba vulcanica proiettata durante la fase esplosiva

 

©Guide Vulcanologiche Etna Nord

Facebook/Instagram: Guide Vulcanologiche Etna Nord
Email: info@guidevulcanologicheetna.it

Denominazione/Ragione sociale : Cooperativa Guide Vulcanologiche Etna Nord Soc.Coop.

PEC : guidevulcanologicheetna@pec.it

Codice Destinatario : T04ZHR3 (il secondo carattere è uno zero)

P.IVA/CF: IT05583690879

Sede in : Via Viola 1 – Linguaglossa (CT) CAP : 95015

Email : info.guidevulcanologicheetna@gmail.com

Tel : + 39 3455741330

© Guide Vulcanologiche Etna Nord – Legge 22 aprile 1941, n. 633
Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio.

Il nostro gruppo è composto da Guide appartenenti al Collegio Regionale delle Guide Alpine e Vulcanologiche della Sicilia, la normativa italiana prevede che tali figure professionali siano le uniche abilitate a condurre gruppi nei vulcani attivi ed in tutto il territorio dell’isola (Legge quadro del 2 gennaio 1989 n° 6 e Legge regionale del 6 aprile 1996).

error: Content is protected !!

Pin It on Pinterest

Share This