logo guide

Escursione ed attività di orienteering insieme alle Guide Vulcanologiche dell’Etna

 

L’attività si svilupperà sul versante settentrionale del vulcano Etna. L’esperienza prevede la trasmissione di competenze mirate a saper svolgere una prova outdoor di orienteering, leggendo una mappa.

 

OBBIETTIVI : 

  1. Capacità di leggere la simbologia delle mappe interpretando le immagini del territorio.
  2. Acquisizione della fiducia in loro stessi attraverso l’effettuazione di scelte di successo nell’esecuzione degli esercizi di orienteering.
  3. Capacità di leggere la mappa come aiuto per la navigazione sul terreno.
  4. La lettura della carta topografica, le rappresentazioni del territorio in scala, la simbologia cartografica e l’uso della bussola.
  5. Sviluppare capacità di lettura del territorio attraverso l’osservazione diretta e guidata.
  6. Favorire l’inserimento consapevole e autonomo nell’ambiente circostante.
  7. Sviluppare la capacità di percezione, osservazione, discriminazione e valutazione dello spazio in cui ci si muove.
  8. Saper leggere, comprendere e decodificare le simbologie topologiche convenzionali
  9. Conoscere e rispettare le norme che regolano l’attività di “orienteering”.
  10. Saper individuare e rilevare gli elementi dell’ambiente e le caratteristiche del territorio.
  11. Esser padroni dei seguenti schemi motori di base e cioè saper: correre in salita, in discesa, in costa, su terreno sconnesso e molle, correre superando ostacoli, saltare, schivare e cambiare direzione, arrestarsi, equilibrarsi dinamicamente su base ristretta e instabile, coordinare occhio e piede (posizionare piede su punti precisi e su piccole basi).
  12. Sapersi orientare intuitivamente senza carta.
  13. Comprendere i rapporti spaziali rappresentati graficamente e la scala.
  14. Sapersi orientare intuitivamente con la carta.

 

  • Studi specifici, hanno dimostrano che una giornata dedicata all’orienteering consente ai gruppi di lavoro aziendali di essere molto più produttivi e coesi.

Programma 

Incontro presso: il Chiosco Bar Mareneve a Piano Provenzana 1800 mt, alle ore 7:45.
Partenze previste ogni giorno alle ore 8:00.
Salita con mezzi 4×4 da Piano Provenzana.
Arrivo a quota 2805 m.t.
Inizio del trekking a 2860 m.t.
Discesa con mezzo fino a quota 2500 m.t.
Trekking frattura del 1947
Pausa
Proseguimento dell’attività in discesa con visita ai crateri laterali delle varie eruzioni

Arrivo a Piano Provenzana 1800 m.t.

Durata totale del trekking : 4,5h
Km totali: 6 (valore variabile)
Quota massima raggiunta: 2860 m.t.
Quota minima raggiunta: 1800 m.t.

NB: Questo programma si riferisce ad attività da svolgere in alta quota al di sopra dei 1800 metri d’altitudine specie in periodi primaverili o estivi.

Attrezzatura obbligatoria:

  • Snack
  • Abbigliamento a strati (maglietta a maniche corte – maglietta termica o a maniche lunghe) – (variabile in funzione della stagione)
  • Scarpe da trekking
  • Giacca a vento o piumino
  • Guanti e cappello (in funzione della stagione specie in : autunno e primavera)
  • Acqua – minimo 1,5 L (per 2 pax)

Attrezzatura consigliata :

  • Bastoncini da trekking
  • K-way (giacca impermeabile)
  • Zaino 25/30 L
  • Occhiali da sole
  • Crema solare/ burro cacao
  • Calze di ricambio
  • Pantaloni lunghi
  • Giacca impermeabile
  • Maglietta di ricambio
  • Fazzoletti o bandana (per proteggersi dalla polvere o dai gas vulcanici)

Per maggiori dettagli o prenotazioni scriveteci su Whatsapp +39 3455741330 o invia una mail : info@guidevulcanologicheetna.it

– Prezzo del servizio da concordare durante l’effettuazione della prenotazione

Avvertenze 

  • Il trekking è sconsigliato a chi non effettua attività fisica abitualmente.
  • L’esperienza richiede una buona preparazione a livello fisico,trattandosi di un tracciato che si sviluppa in alta quota sarà facile accusare sintomi di affaticamento.
  • E’ richiesta attenzione trattandosi di suolo vulcanico, spesso incoerente e instabile.
  • L’attività potrà subire variazioni a discrezione delle Guide o essere interrotta qualora dovessero cambiare le condizioni ambientali, atmosferiche o vulcaniche, tali da compromettere la sicurezza dell’intero gruppo.
  • La durata totale dell’esperienza sarà in funzione dell’andatura.
  • L’escursione si effettuerà entro i limiti previsti dalle ordinanze in vigore.
  • Il tracciato prevede la salita e il passaggio lungo gli orli craterici, ciò potrebbe arrecare problemi di vertigini ai soggetti sensibili.
  • Questo itinerario, in relazione alla tipologia e all’altitudine, è adatto a persone in stato di buona salute fisica, che non soffrano di particolari patologie (fortemente sconsigliato a chi soffre di problemi : cardio vascolari, respiratori o di ipertensione).
  • Sconsigliamo l’utilizzo di lenti a contatto per via dei gas esalati dal vulcano e alla cenere che se sospinta, potrebbe facilmente arrecare problemi.
  • Alle gestanti che hanno superato il terzo mese di gravidanza, non è consentita nessun tipo di attività escursionistica.
  • Per consentire la buona riuscita dell’escursione e il corretto svolgimento dell’attività, è buona norma conoscere perfettamente le proprie condizioni di salute e farle eventualmente presenti alla Guida, tutto ciò per diminuire l’insorgere di eventuali problemi ed evitare di correre rischi.

 

 

Guide vulcanologiche Etna Nord - Logo

©Guide Vulcanologiche Etna Nord

Facebook/Instagram: Guide Vulcanologiche Etna Nord
Email: info@guidevulcanologicheetna.it

Denominazione/Ragione sociale : Cooperativa Guide Vulcanologiche Etna Nord Soc.Coop.

PEC : guidevulcanologicheetna@pec.it

Codice Destinatario : T04ZHR3 (il secondo carattere è uno zero)

P.IVA/CF: IT05583690879

Sede in : Via Viola 1 – Linguaglossa (CT) CAP : 95015

Email : info.guidevulcanologicheetna@gmail.com

Tel : + 39 3455741330 

© Guide Vulcanologiche Etna Nord – Legge 22 aprile 1941, n. 633
Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio.

Il nostro gruppo è composto da Guide appartenenti al Collegio Regionale delle Guide Alpine e Vulcanologiche della Sicilia, la normativa italiana prevede che tali figure professionali siano le uniche abilitate a condurre gruppi nei vulcani attivi ed in tutto il territorio dell’isola (Legge quadro del 2 gennaio 1989 n° 6 e Legge regionale del 6 aprile 1996).

error: Content is protected !!

Pin It on Pinterest

Share This